Assessore Meloni: non facciamo scherzi eh …

Ci è stato segnalato il video seguente postato dall’assessore Meloni sul suo profilo facebook:

 

Chi ce lo ha segnalato ha espresso preoccupazione, come se Meloni recitasse un testo scritto da Coia (e se qualcuno non sapesse di cosa stiamo parlando può documentarsi qui).

 

Noi abbiamo visto il video e pensiamo che invece non ci sia nulla da temere. Come infatti l’assessore ha avuto modo di dire chiaramente più volte, non c’è modo di fare un bando per l’edizione di quest’anno della festa della Befana (a meno di non voler prendere l’ennesima scoppola dall’ANAC). Quindi quello che capiamo noi è che l’assessorato curerà quest’anno l’organizzazione di qualcosa da aggiungere agli spettacoli viaggianti, che sono gli unici banchi ad essere autorizzati dal 2014. Negli anni passati il Municipio aveva coinvolto alcune ONG, ma con risultati abbastanza deprimenti; i loro allestimenti erano infatti a dir poco miseri e del tutto fuori contesto.

Non ci vuole molto quindi a far meglio e speriamo vivamente che in assessorato riescano a farsi venire qualche buona idea.

 

L’ipotesi che invece l’assessore Meloni voglia inventarsi qualcosa per rimettere in gioco i cosiddetti “operatori tradizionali della festa” (che altri non sono se non i soliti noti che nel 2014 decisero di boicottare la festa della Befana non ritirando i titoli a cui avevano diritto E QUINDI AUTOESCLUDENDOSI PER TUTTA LA DURATA DEL BANDO, ossia fino a quest’anno incluso) non la prendiamo neanche in considerazione. Perché lo riteniamo persona intelligente e perché in tal modo rischierebbe di scatenare un putiferio che potrebbe ripercuotersi sull’intera giunta M5S. Va bene infatti tollerare le bislacche idee di uno come Coia, venuto fuori dal nulla con le sue striminzite 536 preferenze. Ben altro sarebbe dover prendere atto che chi ha avuto affidate le redini di un assessorato strategico come quello del commercio dia retta a pochi prepotenti privilegiati che finalmente ed a fatica si era riusciti a togliersi di torno.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Forse qualcuno dovrebbe spiegare all'architetto che il muro non serve a cingere il giardino bensì proprio a crearlo, ossia a contenere la terra dove mettere le piante. Quello che doveva essere un parcheggio interrato è venuto un po' fuori terra e da qui la necessità del muro. twitter.com/rep_roma/statu…

Piano per la #mobilità durante le festività natalizie: il migliore da molti anni, nonostante qualche ombra. Per la prima volta viene prevista l'attivazione fissa delle #ZTL e i collegamenti con alcuni parcheggi... 👇📰 diarioromano.it/piano-per-la-m…

#Domenica di giochi a villa Ada per i bambini. La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto

test Twitter Media - #Domenica di giochi a villa Ada per i bambini.
La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto https://t.co/H3ClE8Wsnz

Se questa discarica in via Prenestina deve proprio rimanere lì, probabilmente a disposizione di occupanti abusivi, perché non metterci un cassone? È più decoroso ed evita agli addetti di raccogliere da terra. Neanche le cose facili … @Sabrinalfonsi

test Twitter Media - Se questa discarica in via Prenestina deve proprio rimanere lì, probabilmente a disposizione di occupanti abusivi, perché non metterci un cassone? È più decoroso ed evita agli addetti di raccogliere da terra.
Neanche le cose facili …
@Sabrinalfonsi https://t.co/cgVKt12ZPc
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Colonna della Pace, in abbandono

Davanti la basilica di Santa Maria Maggiore c’è l’unica superstite delle otto colonne che ornavano la volta della Basilica di Massenzio, lasciata nel degrado con le erbacce ad infestarla.

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close