L’altra sera c’è stata la prima all’Opera e come di consueto le testate romane si sono esercitate nelle carrellate fotografiche con i VIP presenti. Qui Repubblica, qui il Corriere e qui Il Messaggero.

Nessuna delle grandi testate ha però dato conto di quello che è successo fuori dal Teatro, ossia l’invasione di decine, forse centinaia, di auto NCC che dopo aver accompagnato gli ospiti a teatro hanno sostato nei dintorni mettendosi dove capitava, ossia in mezzo alla carreggiata, sui marciapiedi e perfino sulle strisce pedonali che fronteggiano il palazzo del Viminale, sede del Ministro degli Interni (che fino a prova contraria dovrebbe vigilare sulla sicurezza pubblica).

 

prima5
La sfilata di “bacarozzi” NCC in sosta sulle strisce davanti al Viminale

 

 

Altre immagini dell’invasione di auto NCC.

 

prima3
Doppia fila e strisce occupate in via del Viminale

 

 

prima1
Via Depretis

 

 

prima2
Via Depretis davanti al Viminale

 

 

prima6
Via Depretis angolo con via del Viminale

 

 

Anche le altre strade intorno al teatro dell’Opera erano ingombre di auto NCC, parcheggiate più o meno correttamente.

Ci siamo avvicinati al teatro e lì abbiamo trovato un unico vigile urbano che appariva alquanto frastornato. Gli abbiamo chiesto se si rendeva conto del delirio di sosta selvaggia che era in corso in tutta l’area e lui, con fare rassegnato, ci ha detto che si era svolta una conferenza di servizi in cui era stata preannunciata la presenza di qualche decida di VIP alla prima della Traviata, ma mai si sarebbero aspettati una tale invasione di veicoli NCC.

Visibilmente spaesato, l’agente ci ha congedato dicendo che gli dispiaceva e che sperava che in futuro non si ripeteranno più cose del genere (!?!).

 

Ancora una volta quindi la città è stata messa davanti al fatto compiuto: decine o forse centinaia di auto NCC hanno sostato per ore dove capitava, occupando marciapiedi, carreggiate e strisce pedonali, senza che nessuno si sia sentito in obbligo di fare qualcosa. E se non ci fosse il nostro piccolo blog o i cugini più grandi di Romafaschifo a dar conto di questa cosa, nessuno lo avrebbe saputo, che la stampa cittadina ha ben altre frivolezze di cui dar conto.

Ci stupisce, ed allarma anche un po’, il fatto che dal Viminale nessuno abbia pensato di farsi sentire perché almeno i marciapiedi e le strisce pedonali antistanti al palazzo venissero liberate. Che razza di sicurezza pubblica può assicurare un Ministro che subisce un’invasione di pulmini NCC da ritrovarseli quasi dentro il proprio ufficio?

Rileviamo che alla prima ha anche partecipato il candidato Giachetti e ci chiediamo se lui si sia accorto del caos in cui l’evento si è svolto, anche se a giudicare dalla foto che segue si direbbe che fosse impegnato in altre cose.

 

giachetti

 

Verrebbe proprio da chiedergli cosa ci sia da ridere, visto che continuano a verificarsi eventi del tipo del famoso funerale dei Casamonica, dove i più furbi mettono la città davanti al fatto compiuto, certi che nessuno sarà in grado di reagire abbastanza in fretta da fermarli o almeno da sanzionarli in maniera efficace.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Stavano per gettare rifiuti ingombranti in mezzo alla campagna. Fermati dalla Polizia di Roma Capitale 2 uomini alla guida di due furgoni carichi di vecchi frigo, materiale ferroso, batterie per auto. Soliti svuota cantine e trasportatori abusivi #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Stavano per gettare rifiuti ingombranti in mezzo alla campagna.

Fermati dalla Polizia di Roma Capitale 2 uomini alla guida di due furgoni carichi di vecchi frigo, materiale ferroso, batterie per auto. Soliti svuota cantine e trasportatori abusivi
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/KjcQWPuDFR

Diciamocelo chiaramente e per l'ennesima volta (perché mi tocca): #Roma è tutto fuorché una città accessibile per noi #disabili. Mi basta fare due passi sotto casa eh, neanche arrivare alla metro, per dirne una. Dobbiamo avere le stesse opportunità, #SiamoTuttiUguali. Retweeted by diarioromano

I piccoli #parchi e i giardini passano ai Municipi. Per ora solo in II e III. Entro l'anno il #Comune cederà sei milioni di metri quadri di aree verdi. Obiettivo: una migliore cura e agevolare il sovraccarico Servizio Giardini. 👇📰 diarioromano.it/i-piccoli-parc…

Il cassonetto prima e dopo lo svuotamento. Ecco cosa succede a cercare di svuotare un cassonetto circondato da altri rifiuti (che peraltro potrebbero essere riusati). Ora ci vorranno giorni per rimetterlo a posto #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Il cassonetto prima e dopo lo svuotamento.
Ecco cosa succede a cercare di svuotare un cassonetto circondato da altri rifiuti (che peraltro potrebbero essere riusati). Ora ci vorranno giorni per rimetterlo a posto
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/cpJtr4551J

Concerti a p.za del Popolo, per Onorato: “Un successo pazzesco”, peccato sia fuorilegge L'assessore ai grandi eventi deve aver dimenticato che a #Roma vigono dei limiti acustici e che un concerto pop non può che superarli 👇📰 diarioromano.it/concerti-a-p-z…

“Romeo e Giulietta en plein aire”. Dal 24 al 26 giugno a Cappella Orsini, Via di Grottapinta, spettacolo alle ore 21. Ingresso libero. Con i costumi del teatro dell’Opera #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - “Romeo e Giulietta en plein aire”.

Dal 24 al 26 giugno a Cappella Orsini, Via di Grottapinta, spettacolo alle ore 21. Ingresso libero. Con i costumi del teatro dell’Opera
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/n3xvBVAZAs

@globefaro L’ass. Onorato non sa, evidentemente, che l’unica volta che l’ARPA ha misurato i livelli acustici di un concerto a p.za del Popolo lì ha trovati tutti eccedere i valori massimi previsti dalle norme. D’altronde come potrebbe essere altrimenti? Irresponsabili. Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close