Apre la fermata Jonio della metro: le cose ancora da fare nei dintorni

Metro b1 Jonio operai

Erano tutti al lavoro ieri sera al tramonto intorno al nuovo capolinea della B1, in viale Jonio. Squadre di operai, ingegneri, addetti alle pulizie hanno preparato la fermata per l’inaugurazione di questa mattina. Servirà una popolazione vastissima: circa 180mila persone costituiranno il bacino di utenza della nuova stazione che dista 1,1km dalla precedente, Conca d’Oro. L’ultimo tratto, costato 220 milioni, porta la lunghezza totale della B1 a oltre 5km, con una capacità di trasporto di 24mila passeggeri l’ora.

Numeri importanti che cambieranno le abitudini di vita di migliaia di persone e che attireranno nelle strade della zona centinaia di veicoli. Molti, infatti, si recheranno a viale Jonio per salire sulla metro e arrivare in centro. Come è stata preparata l’area a una modifica così radicale? Proviamo a raccontarvelo con le fotografie scattate ieri sera, a poche ore dall’inaugurazione.

Metro b1 Jonio parcheggio

IL PARCHEGGIO MULTIPIANO. Integrato nella stazione c’è un bel parcheggio da 260 posti che accoglierà le auto di coloro che vogliono scambiare con la metro. Sarebbe utile prevedere abbonamenti scontati per i pendolari in modo da incentivarne l’uso e evitare parcheggi selvaggi nelle strade limitrofe. Il progetto, affidato allo studio Purini-Thermes è piuttosto scenografico

Metro b1 Jonio parcheggi

L’ERRORE DELLE STRISCE BIANCHE. Purtroppo i nuovi parcheggi a raso costruiti su via Scarpanto sono al momento tutti bianchi. E’ assurdo che in corrispondenza di un nodo di scambio non si faccia ricorso alla sosta tariffata. Occorre rimediare al più presto

Metro b1 Jonio ingresso Jonio

UN SOLO INGRESSO APERTO. Per ora l’accesso alla stazione sarà solo da via Scarpanto. Quello su viale Jonio che vedete qui sopra è ancora da completare a causa della presenza di un vecchio centro commerciale che dovrà essere demolito. La struttura commerciale è in abbandono e porta degrado nella zona (foto sotto)

Metro b1 Jonio centro commerciale

 

Fermata bus Val Melaina

I TRASPORTI DI SUPERFICE. Molti passeggeri useranno i bus per raggiungere la metro dai quartieri limitrofi. E’ necessario che gli autobus possano camminare su strade libere e protette da preferenziale. Per ora, però, la preferenziale è una sola, quella su via Valle Melaina in direzione Prati Fiscali. Niente altro.

Il Municipio sta studiando la possibilità di istituire nuove preferenziali nella direzione opposta e su viale Jonio. Ma i commercianti si oppongono perché temono l’eliminazione della sosta accanto ai marciapiedi. Così il responsabile della commissione mobilità del 3° Municipio, Dionisi, sta pensando a corsie a tempo, cioè da riservare ai mezzi pubblici solo la mattina dalle 7 alle 9. A noi sembra molto discutibile come proposta, in quanto le corsie (già rispettate pochissimo a causa dell’assenza dei cordoli) sarebbero invase dalle auto private a tutte le ore.

Val Melaina preferenziale
L’unica preferenziale della zona: via Val Melaina verso Prati Fiscali
Val Melaina doppia fila
La corsia opposta di via Val Melaina è oggi preda della doppia fila. La preferenziale la eliminerebbe
Jonio viale
Viale Jonio: è molto larga e non ci sono problemi a istituire una preferenziale

BUONO L’ARREDO URBANO. Marciapiedi, orecchie e attraversamenti pedonali sono stati progettati abbastanza bene. Laddove è stato rifatto, l’arredo è funzionale ad impedire la sosta selvaggia

Metro b1 Jonio strisce via Scarpanto
L’attraversamento di via Scarpanto

ALTRE COSE DA FARE. Ci sono diverse sistemazioni ancora da migliorare. Ve ne mostriamo alcune e torneremo nel quartiere nei prossimi mesi per valutare quanto sarà stato fatto.

Metro b1 Jonio giardino via Gorgona
Il giardinetto sopra il Pup di via Gorgona andrebbe manutenuto meglio
Metro b1 Jonio punto informativo
Il punto informativo su viale Jonio ormai chiuso va rimosso e l’area risistemata

Metro b1 Jonio punto informativo 2

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Sant’Angela Merici: chiudete la buca. Appello dal quartiere Lanciani: una voragine aperta da oltre due anni è diventata una discarica. Si trova all’angolo tra Circ.ne Nomentana e via Sant’Angela Merici. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Sant’Angela Merici: chiudete la buca.
Appello dal quartiere Lanciani: una voragine aperta da oltre due anni è diventata una discarica. Si trova all’angolo tra https://t.co/e5YgpquKdc Nomentana e via Sant’Angela Merici.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/gYlcl40gbj

E se i Tredicine restituissero la festa della Befana ai #romani? Col bando del 2017 la festa della Befana di piazza Navona è praticamente morta... 👇📰 diarioromano.it/e-se-i-tredici…

Come stupirsi se poi qualcuno pensa anche di farsi un bagnetto nelle fontane, a soli €400 (ammesso che ti becchino i vigili)? @lorenzabo @gualtierieurope twitter.com/DavideR4632561…

Immarcescibile la sosta selvaggia su ponte Cestio. Quanto potrà essere difficile difendere un piccolo e centralissimo ponte storico dalla sosta selvaggia? A Roma, su ponte Cestio, la cosa appare impossibile, da sempre. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Immarcescibile la sosta selvaggia su ponte Cestio.
Quanto potrà essere difficile difendere un piccolo e centralissimo ponte storico dalla sosta selvaggia? A Roma, su ponte Cestio, la cosa appare impossibile, da sempre.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/qJDaqV5utj

Segnaliamo il commento dell'arch. Paolo Gelsomini, di @carteinregola, sulla delibera di Giunta capitolina che istituisce il laboratorio #Roma050, coordinato dall'arch. @StefanoBoeri. carteinregola.it/index.php/quei…

Gualtieri ha presentato il nuovo piano #rifiuti con obiettivi al 2030. Ma l’oggi? Per conoscere come ridurre e differenziare i rifiuti occorre aspettare il piano industriale di AMA... 👇📰 diarioromano.it/gualtieri-ha-p…

Stiamo perdendo i pini del Circo Massimo? Uno dei maestosi pini che bordano il Circo Massimo è ormai secco e un altro sta facendo la stessa fine. Inarrestabili attacchi di parassiti o insufficienti cure? #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Stiamo perdendo i pini del Circo Massimo?
Uno dei maestosi pini che bordano il Circo Massimo è ormai secco e un altro sta facendo la stessa fine. Inarrestabili attacchi di parassiti o insufficienti cure?
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/hyqv8r6Xo3

LONDRA E ROMA. DUE MONDI OPPOSTI NEL RAPPORTO CON TPL E GRANDI EVENTI... La prima città sposta i grandi eventi se il TPL non funziona appieno. La seconda chiude il TPL per far posto ai grandi eventi. Leggi tutto qui: facebook.com/21020638609080… #famostemetro #coldplay #wembleystadium Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close