Diarioromano

Appunti per il Pres. Coia (3)

Nessun commento

Dopo aver dato un’occhiata (sconfortata) alle bancarelle intorno a Santa Maria Maggiore, andiamo avanti con la nostra verifica degli eventuali effetti del nuovo regolamento per il commercio su area pubblica (di cui, a scanso di equivoci, abbiamo già detto tutto il male possibile).

Ci siamo recati in via Cola di Rienzo qualche giorno fa e vi abbiamo trovato la solita schierata di bancarelle che stra-occupano i marciapiedi, appendono la merce agli ombrelloni, parcheggiano i loro furgoni non pagando mai la sosta. Il risultato è che una delle migliori strade commerciali di Roma viene quotidianamente degradata da banchi che vendono merce di bassissima lega, con conseguenze devastanti per i tanti negozi che pagano fior di affitti, tasse e sono soggetti alla miriade di adempimenti fiscali, igienici e di sicurezza.Incluso l’unico negozio Tiffany al mondo che deve dividere lo stesso marciapiede con una bancarella.

Seguono foto (commenti nelle didascalie).

 

cdr5

La famosissima bancarella fronte Tiffany è sempre lì, con i cartoni Chiquita in bella vista e la merce appesa all’ombrellone (vietata)

 

cdr11

La stessa bancarella, nel “retro” fa un po’ come gli pare allargandosi a piacimento

 

cdr10

Ampliamenti a volontà, con merce sparsa sul marciapiede, ed immancabile furgonaccio che non paga mai le strisce blu

 

cdr9

Pericolosa occupazione della sede stradale con oscuramento della visuale per i pedoni che attraversano

 

cdr8

Mutande appese (ecco perché vengono chiamati “mutandari”) e spazio risicato per i pedoni

 

cdr7

Merce appesa, marciapiede per la bancarella e cunicolo per i pedoni

 

cdr6

Merce appesa a più livelli ed albero inglobato nel banco

 

cdr4

Allestimento creativo (e straccione) con allargamento e furgone al seguito che evade la sosta

 

cdr3

Qui tra poco metteranno il cartello: “pedoni sul lato opposto”

 

Insomma, anche via Cola di Rienzo sta a dimostrare che il nuovo regolamento che è costato tanta fatica, a suo dire, al Presidente Coia, nonché più di una seduta fiume dell’Assemblea Capitolina, non è servito proprio a niente.

Noi rimaniamo convinti che il contenuto di quel provvedimento sia completamente sbagliato e che si sia trattato di un’occasione mancata per dare finalmente una sistemata allo scandalo delle bancarelle a Roma. Sicuramente il presidente la penserà diversamente ed allora non deve far altro che dimostrarcelo provvedendo a dare attuazione alle sue norme. Come egli stesso dichiarò:

Ovviamente sapremo vigilare sul rispetto della normativa ed influire positivamente sugli organi di controllo.

A riveder le stelle!!!”

 

Ce le faccia vedere queste stelle, presidente, perché nell’ambulantato romano noi continuiamo a vedere solo guano e degrado.

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Ce ne sono due uno accanto all’altro, posizionati allo stesso modo. La saga dei cassonetti rovesciati non termina. Foto scattata in via G. Benzoni all’#Ostiense . #photo #lettori #decoro #Roma

test Twitter Media - Ce ne sono due uno accanto all’altro, posizionati allo stesso modo. La saga dei cassonetti rovesciati non termina. Foto scattata in via G. Benzoni all’#Ostiense
.
#photo #lettori #decoro #Roma https://t.co/NRbP9S7iac

Elezioni suppletive a Roma. Parliamo di Maurizio Leo, del centrodestra e presentato da @GiorgiaMeloni, nonostante non abbia inviato alcun contributo. diarioromano.it/?p=38235

Tutti stiamo ricevendo simpatici "meme" sul #Coronaviriusitalia. L'ironia serve a sdrammatizzare e riportare nella giusta misura il fenomeno. Abbiamo raccolto alcune delle vignette più divertenti. Perché #prevenzione sì ma #panico e #allarmismo no! diarioromano.it/?p=38207

Video diario
Error type: "Forbidden". Error message: "Access Not Configured. YouTube Data API has not been used in project 537752813138 before or it is disabled. Enable it by visiting https://console.developers.google.com/apis/api/youtube.googleapis.com/overview?project=537752813138 then retry. If you enabled this API recently, wait a few minutes for the action to propagate to our systems and retry." Domain: "usageLimits". Reason: "accessNotConfigured".

Did you added your own Google API key? Look at the help.

Check in YouTube if the id PLEjDk_cXPpAVKCrkyvdcyZMDVFWG7MzUp belongs to a playlist. Check the FAQ of the plugin or send error messages to support.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close