Ieri avevamo dato conto ancora una volta della situazione in piazza S. Maria Maggiore, dove due bancarelle hanno sequestrato un intero marciapiede da anni ed utilizzano la sede stradale come un parcheggio privato.

 

SMMa2

Come avevamo spiegato, in realtà su quel lato vige un divieto di fermata ma misteriosamente la segnaletica è stata letteralmente segata e quindi i vigili hanno buon gioco a dire che non possono sanzionare i veicoli in sosta (che poi non è che si sbraccino per far rispettare lo stesso divieto sul resto della piazza, laddove i segnali ci sono, ma questa è storia vecchia).

Ebbene sarà per il nostro post o sarà che passati mesi dalle nostre prime segnalazioni (iniziammo ad agosto) le procedure stanno venendo a maturazione, in ogni caso ieri si è notato un primo cambiamento. Ci è stato infatti segnalato che ieri sera il furgone bianco, quello che da anni immancabilmente sosta lì insieme a quello scuro, non era presente.

 

SMMb1

Inoltre è stato notato, annegato tra i banchi e le auto in sosta, un timido segnale di divieto di fermata di quelli volanti.

SMMb2

C’è da dire che fa quasi tenerezza quel segnale, con i tanti veicoli parcheggiati a pettine, a coltello , in doppia fila che ne decretano l’inutilità; ma purtroppo questo non è uno spettacolo inusuale a Roma.

Siccome noi tendiamo ad essere ottimisti, diciamo che cogliamo positivamente il qualcosa che si sta muovendo su quel disgraziato marciapiede. Vedremo nei prossimi giorni se l’assenza del furgone bianco era solo un caso (magari era in riparazione) e se il segnale di divieto era capitato lì per sbaglio.

 

A chi ci trovasse ripetitivi sulla storia di questo marciapiede, magari obiettando che Roma è tutta in queste condizioni, facciamo presente che per quanto possibile noi cerchiamo situazioni emblematiche di un certo problema. Sappiamo bene quante decine (centinaia?) di casi esistono di bancarelle che sequestrano il marciapiede ed invadono la strada con i loro furgoni, ma se questo viene tollerato di fronte ad una della quattro basiliche maggiori di Roma, una di quelle che sarà il fulcro del prossimo Giubileo, che speranze ci sono di vederli repressi questi fenomeni negli angoli meno in vista della città?

È lo stesso discorso che facemmo con le auto del Parlamento in sosta sul marciapiede, cosa che non si verifica più da mesi, e con le tante auto in sosta vietata sul Campidoglio, dove invece c’è ancora un gran da fare (e provvederemo a breve, sperando nella sensibilità del Commissario).

Se poi qualcuno volesse “adottare” una situazione simile di degrado nel suo quartiere, saremmo ben lieti di autarlo a fare le segnalazioni all’amministrazione e a darne eco sulle nostre pagine.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Forse qualcuno dovrebbe spiegare all'architetto che il muro non serve a cingere il giardino bensì proprio a crearlo, ossia a contenere la terra dove mettere le piante. Quello che doveva essere un parcheggio interrato è venuto un po' fuori terra e da qui la necessità del muro. twitter.com/rep_roma/statu…

Piano per la #mobilità durante le festività natalizie: il migliore da molti anni, nonostante qualche ombra. Per la prima volta viene prevista l'attivazione fissa delle #ZTL e i collegamenti con alcuni parcheggi... 👇📰 diarioromano.it/piano-per-la-m…

#Domenica di giochi a villa Ada per i bambini. La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto

test Twitter Media - #Domenica di giochi a villa Ada per i bambini.
La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto https://t.co/H3ClE8Wsnz

Se questa discarica in via Prenestina deve proprio rimanere lì, probabilmente a disposizione di occupanti abusivi, perché non metterci un cassone? È più decoroso ed evita agli addetti di raccogliere da terra. Neanche le cose facili … @Sabrinalfonsi

test Twitter Media - Se questa discarica in via Prenestina deve proprio rimanere lì, probabilmente a disposizione di occupanti abusivi, perché non metterci un cassone? È più decoroso ed evita agli addetti di raccogliere da terra.
Neanche le cose facili …
@Sabrinalfonsi https://t.co/cgVKt12ZPc
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Colonna della Pace, in abbandono

Davanti la basilica di Santa Maria Maggiore c’è l’unica superstite delle otto colonne che ornavano la volta della Basilica di Massenzio, lasciata nel degrado con le erbacce ad infestarla.

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close