Ancora i vigili contro i rifiuti in strada

Solo l’altro giorno davamo conto di un intervento dei vigili contro una persona che stava ammucchiando rifiuti in strada ed oggi torniamo con una storia simile.

Questo il resoconto da un lancio stampa della Polizia Roma Capitale:

 

Rifiuti gettati in strada, la Polizia Locale individua e denuncia un altro trasgressore.

I fatti sono accaduti ieri mattina (14/7/2016), al Portuense. Due agenti al lavoro negli uffici del gruppo Marconi della Polizia Locale, guardando fuori dalla finestra avevano scorto un furgone che, avvicinatosi a dei cassonetti in via Mazzacurati, iniziava a scaricare rifiuti speciali ingombranti, rifiuti che dovrebbero essere conferiti a speciali centri autorizzati.
Il conducente, invece, dopo aver scaricato tutto ripartiva allontanandosi pensando di farla franca. Partendo dalla descrizione dell’uomo e del furgone non c’è voluto molto per gli agenti risalire al proprietario e poi al riconoscimento dell’uomo, rintracciato presso la sua residenza, ove il camion era parcheggiato: dopo la sorpresa, l’uomo, italiano, ha ammesso agli agenti le proprie responsabilità.
E’ stato quindi denunciato all’Autorità Giudiziaria per abbandono di rifiuti speciali, con l’obbligo del ripristino dello stato dei luoghi: accompagnato dagli agenti si è recato sul posto, ha ricaricato i materiali, trasportandoli poi al centro di raccolta per lo smaltimento. 
Roma, 15 luglio 2016
marconi
Questa volta gli agenti erano nel loro ufficio, hanno visto l’errato conferimento dalla finestra ed hanno rintracciato il responsabile del gesto.
In questo caso ci ha particolarmente incuriosito questo aspetto della storia: “… dopo la sorpresa, l’uomo, italiano, ha ammesso agli agenti le proprie responsabilità.
Nessuno stupore che l’uomo si sia sorpreso, ed anzi c’è da pensare che chissà quante altre volte avrà fatto un gesto simile, magari nello stesso luogo visibile dagli uffici dei vigili. Ma questa volta gli agenti sono intervenuti, mentre c’è da ritenere che in passato si sarebbero girati dall’altra parte.
L’abbiamo già detto e lo ripetiamo: a noi sembra di cogliere una nuova nuova disposizione dei vigili, che fanno ora cose pur normali ma che a Roma sembrano rivoluzionarie.
Sono queste le cose che occorrono alla città, il ricominciare a far rispettare le norme a partire da quelle apparentemente minori.
Speriamo di non illuderci ed invitiamo la Polizia Roma Capitale a continuare ed anzi intensificare questa ripresa della normalità.

Condividi:

Una risposta

  1. CARTELLOPOLI:
    ISTALLATO NUOVO MAXI CARTELLONE SULLA CRISTOFORO COLOMBO ESATTAMENTE DI FRONTE NUVOLA DI FUKSAS MA SUL LATO OPPOSTO DELLA STRADA.FA VOMITARE! LA COLOMBO IN QUEL TRATTO ERA MIRACOLOSAMENTE LIBERATA DA CARCARTELLOPOLI.

    Mc Daemon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

È tutto surreale. Trasporto pubblico che si ferma a causa del traffico privato. Siamo seri? @eugenio_patane @PLRomaCapitale @InfoAtac Retweeted by diarioromano

Il più stupido parcheggio del mondo. L'avrà fatto apposta l'ultimo utente di questo mezzo Acciona a bloccare la ciclabile del Circo Massimo o non ci avrà fatto caso? A Roma tutto è possibile. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Il più stupido parcheggio del mondo.
L'avrà fatto apposta l'ultimo utente di questo mezzo Acciona a bloccare la ciclabile del Circo Massimo o non ci avrà fatto caso? A Roma tutto è possibile.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/3zlXhpZcAd

Il servizio #ATAC di Novembre 2022. Un po' di numeri sul servizio di TPL a #Roma a novembre, tra mezzi affollati, domanda e offerta di picco sfasate e scarsa ecosostenibilità 👇📰 diarioromano.it/il-servizio-at…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close