Abusivismo commerciale: qualcosa si muove

A metà novembre avevamo dato conto dei tanti segnali che ci indicavano l’assessore Meloni come quello meglio messo per cominciare finalmente a fare qualcosa di buono per Roma.

Tra le novità positive introdotte dall’assessore citavamo i blitz settimanali contro l’abusivismo commerciale che, seppure all’inizio condotti in maniera un po’ naïf,  ritenevamo potessero dare il giusto segnale di ristabilimento della legalità se condotti con costanza.

Anche per questo avevamo pensato di dare una mano all’assessore, proponendo a tutti di fare segnalazioni di luoghi particolarmente colpiti da tale abusivismo, ed avevamo iniziato a mostrare lo stato di questi luoghi a partire da uno di quelli più significativi, ossia piazzale Flaminio.

Come avevamo scritto, in piazzale Flaminio già a giugno c’erano stati due interventi della Polizia Locale Roma Capitale, con i controlli a mettere in luce ogni volta le stesse violazioni: abusivi totali, itineranti (quelli con le ruote) ma in realtà permanenti, superficie maggiorata per i titolari di regolare licenza, merce appesa agli ombrelloni, lavoratori in nero.

Nella nostra visita della scorsa settimana avevamo rilevato gli stessi problemi, con l’aggiunta dell’odioso malcostume di molti banchi di occupare il percorso tattile per i non vedenti.

 

La novità di cui vogliamo parlare oggi riguarda due nuovi interventi effettuati dalle forze dell’ordine in piazzale Flaminio lo scorso mercoledì.

Dapprima la mattina c’è stato l’ennesimo controllo a tappeto della PLRC, di cui riportiamo il comunicato stampa emesso:

 

flaminio1

Piazzale Flaminio, nuovo intervento della Polizia Locale contro abusivi
La Polizia di Roma Capitale è nuovamente intervenuta a Piazzale Flaminio per il ripristino della legalità commerciale nel piazzale antistante la stazione Roma Nord.
L’intervento, effettuato questa mattina da agenti del Reparto di Polizia Amministrativa del gruppo Parioli diretto dal dott. Maurizio Sozi, coadiuvati da agenti del Commissariato di Polizia Villa Glori diretti dal dott. Baldelli, ha permesso di identificare e sanzionare 4 dei 5 irregolari che avevano installato banchi abusivi, sequestrando loro la merce in vendita. Uno dei venditori, alla vista degli agenti, è riuscito a darsi alla fuga, lasciando a terra la merce.
A fine intervento il bilancio è di oltre 2700 articoli tra scarpe, capi di abbigliamento ed articoli elettronici tutti posti sotto sequestro amministrativo. Le sanzioni elevate sono state pari a 26.000 Euro.
Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa

 

Poi nel pomeriggio dello stesso mercoledì l’assessore Meloni ha voluto tornare in piazzale Flaminio con il nucleo della PLRC che lo affianca nei suoi blitz ed apparentemente anche in quel caso la vcisita non è stata vana. Questo il post pubblicato dall’assessore sul suo facebook:

 

STOP AL SUK DI PIAZZALE FLAMINIO. DI NUOVO IN STRADA CONTRO L’ABUSIVISMO COMMERCIALE

Adesso in Piazzale Flaminio insieme agli agenti del GSSU di Roma Capitale dopo le segnalazioni dei cittadini. Un’azione mirata sul suk indecoroso fatto di cartoni, merce contraffatta, paccottiglia. E venditori abusivi, terminali di un odioso racket sulla loro pelle, che danneggia l’immagine della città e il commercio sano.

Gli agenti hanno sequestrato merce, identificato gli abusivi, elevato sanzioni.
Dopo i controlli di questa mattina siamo di nuovo qui. Grazie alla Polizia Locale per il lavoro. Il segnale deve essere chiaro. Basta illegalità.

#StopAbusiviARoma

 

flaminio2

 

Non c’è da illudersi che queste azioni da sole riescano a sconfiggere l’abusivismo commerciale, considerata la moltitudine di bancarelle che affolla i marciapiedi di Roma e l’esercito di abusivi totali che operano con modalità difficilissime da reprimere.

È però vero che vedere un assessore che ci mette la faccia di persona sulla lotta all’abusivismo dà il segnale di una passione sincera nell’affrontare il problema. Sappiamo che ai blitz in strada l’assessore sta affiancando il lavoro degli uffici per trovare soluzioni definitive ad un male che ammorba Roma ormai da decenni.

Avanti così! Se questa è la direzione, il nostro appoggio e quello di tantissimi cittadini non mancherà di certo.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Noi facciamo richiesta formale al Dip. Ambiente, ma non sarebbe meglio che l’assessore @Sabrinalfonsi spiegasse subito cosa sta succedendo con le fototrappole? Tanto più se non c’è nulla da nascondere. twitter.com/diarioromano/s…

@rcalcina @comuneroma @ComunediTrieste Lo potevi fare con un comandante vigili serio e onesto e osteggiato come quello scelto da Marino quando iosegnalo funzionava poi adesso neppure più sistema funziona. Tralasciando quando ti contatta vano minacciando anche parenti vigili perché lavoravano troppo... Retweeted by diarioromano

Che brutto il plexiglass intorno alle aree archeologiche. Da tempo immemore alcune aree archeologiche a Roma sono circondate da indegni pannelli in plexiglass rovinati e imbrattati. A quando la loro rimozione? #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Che brutto il plexiglass intorno alle aree archeologiche.

Da tempo immemore alcune aree archeologiche a Roma sono circondate da indegni pannelli in plexiglass rovinati e imbrattati. A quando la loro rimozione?
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/OidSLFYrT1

Semplicemente sconfortante, segno che in fondo nulla è ancora cambiato. @gualtierieurope twitter.com/battaglia_pers…

@gualtierieurope @Corriere A proposito di rifiuti, ha forse chiarito la questione delle fototrappole tutte disattivate? Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close